GruppoQ

 

 

/NEWS/ABOUT Q/MUSIC/CONTACT/PRESS ROOM/

Contact: info@gruppoQ.it

------------------------

PRESS ROOM

------------------------

 

AUDIO SAMPLE

LIVE in CHINA

UNTILED 06

LIVE @ AH-UM 2007

 

VIDEO

 

Live in China

Introducing Q

 

 

FOTOGALLERY

LIVE in CHINA

Recording (Emi di Mauro)

Live @ gheroartè (Dario Villa)

Live @ gheroartè (Roberto Covi)

Live @ straf

AH UM jazz festival (Claudio Cipriani)

 

 

 
 

ATTILA FARAVELLI

electronics

 

 

ABSTRACT

 

Studia composizione elettronica con Alvise Vidolin e Michele Tadini.

Da metà degli anni 90 è chitarrista nel trio di rock strumentale Lab.

E' proprietario dello studio Bips 2. Dove si dedicha alla registrazione e al mix di numerosi dischi rock e jazz del panorama indipendente italiano.

Ha sonorizzato numerosi spettacoli teatrali e mostre.

  LINE UP

 

Michele Benvenuti

Francesco Pinetti

Niccolò Faraci

Ferdinando Faraò

Attila Faravelli

 


 

CURRICULUM

 

Nasce a Milano nel 1976

 

Ha studiato chitarra elettrica, flauto traverso.

Attualmente studia composizione elettronica con Alvise Vidolin e Michele Tadini.

 

Da metà degli anni 90 è chitarrista nel trio di rock strumentale Lab, con cui nel '99 incide il disco "Millepiedi"(Stereosupremo) che riceve segnalazioni su diverse testate e cui seguono date in Italia, Francia e Svizzera.

 

Successivamente il gruppo comporrà le musiche per il film muto del '34 di Alexandr Medvekine "La felicità" di cui accompagnano dal vivo la proiezione in Francia e in Italia.

 

Nel '99 pubblica l'articolo "Metamorfosi musicali" sulla rivista "Millepiani" (ed.Mimesis) in cui ricerca possibili analogie tra certa produzione musicale colta e certa musica commerciale trovandole in una rimozione dei concetti di alterità e di corporeità così come sono tematizzati in Gilles Deleuze e Jean Baudrillard.

 

Nel 2000 è programmatore presso lo studio di Roberto Cacciapaglia dove si confronta professionalmente con le pratiche di produzione discografica.

 

Terminata quella esperienza si dedicherà alla registrazione e al mix di numerosi dischi rock e jazz del panorama indipendente italiano. Rileverà poi lo studio Bips dove al momento lavora.

 

Dal 2001 realizza le musiche per le letture dell'attrice Martina Pittarello con cui nel 2002 pubblica due fiabe di Italo Calvino "L'uccel bel-verde e La foresta-radice-labirinto"(Il Narratore audiolibri).

 

Nel 2002 per conto della ONG ACRA realizza le musiche per il cd di fiabe "C'era una volta un lama che incontrò una giraffa", ristampato tre volte per un totale di oltre 32000 copie.

 

Nello stesso anno partecipa come flautista a "Sperochettustia" dei Cods (Mexicat records) e realizza gli arrangiamenti elettronici su "Latex duellos" dei Pin pin sugar (Megaplomb).

 

Nel 2003 sonorizza "PPP-la via smarrita"(Nuovo Teatro di Napoli), cd contenente testi di Pier Paolo Pasolini interpretati dagli attori della compagnia teatrale di Antonio Latella.

 

Sempre nel 2003 realizza le musiche per lo spettacolo "La cena di Trimalcione" con Bebo Storti attore protagonista.

 

Nello stesso anno realizza le musiche d'ambiente per la mostra fotografica di Mike Goldwater "Acqua" per Federico Motta Editore (Milano-Palazzo Reale,Napoli-Città della Scienza,Potenza-Museo Provinciale,Genova-Museo della Borsa).

 

Nel 2005 è produttore artistico di "YC" degli Yellow Capra(Piloft recordings).

 

Nel 2006 realizza le musiche originali per i documentari di Sara Zavarise "Maji"(AMREF) e "Piccole mani"(ass.O.N.L.U.S. Fratelli dimenticati).

 

Nello stesso anno realizza le musiche per lo spettacolo "Dites-leur qu'on est partis" della compagnia francese Anonima Teatro.

 

Lab

Millepiedi

Stereosupremo

Martina Pittarello e Attila Faravelli

L'uccel bel-verde e La foresta-radice-labirinto

Il Narratore audiolibri

C'era una volta un lama che incontrò una giraffa

ACRA

PPP - la via smarrita

Nuovo Teatro di Napoli

Pin pin sugar

Latex duellos

Megaplomb

Cods

Sperochettustia

Mexicat records

Yellow Capra

YC

Piloft Recordings

Sara Zavarise

Maji

AMREF

Sara Zavarise

Piccole mani

Fratelli dimenticati